Un mondo di migranti: la ricetta che piace alle organizzazioni internazionali.

“La migrazione può essere utile per tutti nella costruzione di società più inclusive e sostenibili. Globalmente, il numero di migranti internazionali ha raggiunto circa 258 milioni nel 2017, rispetto ai 173 milioni del 2000. La migrazione contribuisce alla crescita e allo sviluppo economico inclusivo e sostenibile sia nei paesi di origine che di destinazione. Nel 2017, i flussi di rimesse verso Paesi a basso e medio reddito hanno raggiunto $ 466 miliardi, oltre tre volte l’importo di APS (Aiuti pubblici

Leggi di più

Danni austerity noti a FMI: neoliberismo vuole working poors

La mia intervista a Lospeciale del 20 marzo 2018 L’austerity non è la ricetta per uscire dalla crisi. Lo sanno tutti, compreso l’FMI, che però non smette di proporla. In un tweet l’economista e scrittrice Ilaria Bifarini (è in uscita la sua seconda opera dopo il caso editoriale di ‘Neoliberismo e manipolazione di massa”), parla chiaramente di “sadismo” e noi la interroghiamo sul futuro o meno della crescita. A Lo Speciale parla di una “ricetta letale per un paziente moribondo”. Lei

Leggi di più

Il ritorno dell’analfabetismo funzionale

La cultura è sempre stata una minaccia per la preservazione del sistema, ma mai come nel consumismo di massa si era riusciti ad evirarla, minandone le radici: l’anelito alla libertà. “Non serve bruciare i libri per distruggere la cultura, basta portare la gente a non leggerli più” (Ray Bradbury) In fondo alla classifica europea per percentuale di laureati, i nostri neodottori, dopo tre anni, sono per la metà ancora alla ricerca di lavoro e spesso costretti ad emigrare (48% contro

Leggi di più

Come saremo nel futuro? Più poveri e più diseguali

Le previsioni economiche sono strumenti utilizzati dagli economisti per anticipare scenari futuri in base all’andamento di serie storiche di dati empirici e all’applicazione di modelli teorici di sviluppo. In un rapporto del 2014, “Le sfide politiche per i prossimi 50 anni”, l’Ocse prospetta gli scenari di evoluzione da qui al 2060. Ne esce un quadro sconfortante e allarmante, le cui avvisaglie sono già riscontrabili nei fenomeni sociali e nell’economia reale. La crescita mondiale considerata a livello aggregato, ossia di Paesi

Leggi di più

Site Footer

ILARIA BIFARINI