La soluzione per l’Africa? Lasciarla agli africani!

La mia intervista a Il Primato Nazionale  Franco Cfa e neocolonialismo, in questi giorni non si parla d’altro. Un tema finalmente balzato alla ribalta nazionale di cui Ilaria Bifarini scrive e parla da tempi non sospetti… Per fare chiarezza, che ruolo gioca la Francia nel Continente africano e con con quali benefici? «Come racconto in questa versione aggiornata del libro, la “Francafrique”, ideata dal politologo Foccart per volere di De Gaulle, consiste proprio in un piano di prosecuzione coloniale da

Leggi di più

Franco Cfa, Ilaria Bifarini: “E’ solo la punta dell’iceberg”

La mia intervista a Quotidiano.net “Bisogna smascherare le menzogne che ci vengono raccontate sull’Africa. Finalmente è stato scoperchiato un vaso di Pandora” di RITA BARTOLOMEI   Roma, 23 gennaio 2018 – Ilaria Bifarini, si definisce bocconiana redenta. Di Battista nell’attacco a Macron sul franco Cfa ha dimostrato di aver letto con attenzione il suo ultimo libro “I coloni dell’austerity”. Ha scatenato lei la guerra contro la Francia? “Addirittura… Più che guerra alla Francia, qui si devono smascherare le menzogne che ci

Leggi di più

L’Africa, la Francia: una storia di indipendenza sulla carta

Nell’ambito del convegno “I migranti, l’Africa, le nostre responsabilità”, organizzato dalla Onlus Casa Africa, martedì 11 dicembre parlerò della Francafrique, ossia del perenne dominio coloniale che la Francia continua a esercitare sul Continente Nero, impedendone uno sviluppo e incentivando il fenomeno migratorio. Il tema del neocolonialismo, poco divulgato e sottovalutato dal mainstream, è oggetto del mio ultimo libro, “I coloni dell’austerity“. Parteciperanno all’incontro esperti della materia.

Il sacrificio della sovranità e la globalizzazione della povertà

Nigrizia, una delle principali riviste dedicate all’Africa e agli africani, segnala il mio libro “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa“, con una breve recensione. Riporta la mia critica al neoliberismo che, attraverso il modello del debito, ha colonizzato il mondo, partendo dal Terzo Mondo per arrivare oggi in Occidente. Nella sua sintetica analisi conclude: Considerazione finale, vagamente sovranista: «La globalizzazione della povertà sta imponendo, in nome del modello unico neoliberista, il sacrificio della sovranità economica e dei

Leggi di più

Site Footer