La fine dell’euro è vicina?

La mia intervista a Sputnik , 12 settembre 2018 Ilaria Bifarini, quali sono stati e quali sono tuttora gli effetti dell’euro sull’economia italiana? L’euro è stato un progetto fallimentare, così come hanno sostenuto poi la gran parte degli economisti, fra cui anche 6 premi Nobel. In generale l’Eurozona è cresciuta molto di meno rispetto ai Paesi non euro. Se noi

Continua a leggere

Banca d’Italia-Tesoro: il divorzio più caro della storia d’Italia

In soli quindici anni dal suo avvio è costato agli italiani oltre mille miliardi di euro, per poi continuare a gravare sulla nostra economia fino a soffocarla: è il divorzio tra Banca d’Italia e Tesoro, avvenuto nel 1981 per volere dell’allora ministro Beniamino Andreatta. Con un atto quasi univoco, cioè una semplice corrispondenza epistolare con l’allora Governatore della Banca d’Italia

Continua a leggere

Draghi e la fine del quantitative easing

La mia intervista a Lo Speciale del 20/06/2018, L’economista Bifarini vi spiega Draghi, il Qe e l’Euro “destinato a implodere” Draghi, Qe, euro e risparmi. Tutti ingredienti esplosivi da cui dipende il futuro degli italiani (e sicuramente anche del governo gialloverde). Con Ilaria Bifarini, economista e bocconiana “redenta” come ama definirsi, li affrontiamo uno ad uno. Anche autrice di successo

Continua a leggere

M5s-Lega: “Rompere col sistema: la prima mossa da fare”

La mia intervista a LoSpeciale, 14 maggio 2018 Oggi si dovrebbe conoscere il nome del candidato premier del governo giallo-verde. Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno trovato un accordo e non resta che la scelta del premier. Ma il presidente Mattarella vigila o dirige, dipende dai punti di vista. Abbiamo intercettato Ilaria Bifarini, economista, per avere da lei un quadro

Continua a leggere

Accordo Lavoro. “Effetto Euro solo per i tedeschi. Noi in un vicolo cieco”

La mia intervista a LoSpeciale del 15/2/2018   In Germania è stato raggiunto l’accordo sul lavoro: una settimana da 28 ore di lavoro per chi deve assistere parenti e bambini e un aumento in busta paga del 4,3%. Canta vittoria il sindacato tedesco dei metalmeccanici Ig Metall per la vertenza che si è conclusa a Stoccarda. Effetto Trump? Risponde su

Continua a leggere

Perché votare la Merkel non è un buon affare per i tedeschi

Si avvicinano le elezioni in Germania e per la riconferma del quarto mandato della cancelliera Merkel è gia sceso in campo anche il democratico uscente Barack Obama. “Se fossi tedesco voterei per la Merkel”. Non avevamo dubbi che dopo le elezioni inaspettate di Trump alla Casa Bianca l’establishment mondiale difenda con le unghie i suoi ultimi avamposti. Angela Merkel (nome di

Continua a leggere

Site Footer

ILARIA BIFARINI