Dopo Juncker anche la Bonino si preoccupa per il futuro dei migranti

Fortemente destabilizzati per la nascita del nuovo governo giallo-verde, gli oltranzisti dell’accoglienza a tutti i costi gettano la maschera. Dopo Juncker anche la Bonino lancia un monito per la tutela dei diritti dei migranti in Italia!

Nell’epoca del neoliberismo globalista, in cui la speculazione sui viaggi della speranza e sull’assistenzialismo agli immigrati prende il posto dell’economia reale di produzione, l’attenzione si sposta dai cittadini ai migranti, nuovo modello di società apolide.

Il nuovo razzismo travalica il concetto di razza e persino di classe, ma è prettamente ideologico, rivolto a coloro che si ostinano a difendere un modello economico e sociale basato sul benessere e sul lavoro, come fattore di integrazione e di sviluppo umano. Ad esso si sostituisce lo pseudo buonismo dell’assistenzialismo e dell’elemosina che, fingendo di accogliere, in realtà esclude i migranti e li relega in una posizione umana di inferiorità perenne, perché ritenuti incapaci di avviare un processo di sviluppo nei loro Paesi, peraltro ricchissimi di risorse, e quindi destinati a un’elemosina perenne.

Tutti coloro che, secondo un’ottica di buonsenso e di sostenibilità di in modello economico e sociale, si oppongono a questa visione assurda e perversa, saranno oggetto di biasimo e di condanna. Un nuovo razzismo, che travalica oggi nella sempre più diffusa italianofobia.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer

ILARIA BIFARINI