Africa: trappola malthusiana e migrazioni di massa

La popolazione africana sta subendo un’esplosione demografica senza precdenti. Se nel 1960 contava meno di 300 milioni di abitanti (285 per l’esattezza) oggi si attesta a circa un miliardo e duecento milioni di persone. Secondo le stime dell’Onu in pochi decenni essa raddoppierà, passando nel 2050 a ben 2 miliardi e 500 milioni di persone.    Secondo la teoria economica

Continua a leggere

La spirale del debito neoliberista ha ucciso l’Africa. Ora l’Europa

Intervista del 27 marzo 2018 | 10:35, Redazione Lo_Speciale (571) Il suo nuovo libro si chiama  “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa”. Ilaria Bifarini stavolta si concentra sullo sviluppo mai raggiunto dal continente africano, dopo averci parlato di “Neoliberismo e manipolazione di massa” nella sua prima opera di successo. L’economista, che si definisce ‘bocconiana redenta’ come da sua bio social, parte

Continua a leggere

Il vero pericolo per l’instabilità dei mercati è la Germania

E’ un argomento poco trattato dai media nostrani, più interessati ad alimentare la narrazione infondata che contrappone lo stereotipo del tedesco retto e operoso all’italiano fannullone e corrotto. Eppure il vero pericolo per i mercati internazionali non è l’Italia, ma la “virtuosa” Germania. Dopo Fitch anche l’agenzia di rating Standards & Poors ( S&P) declassa Deutsch Bank da A- BBB+. Il

Continua a leggere

Perché la disuguaglianza cresce

Ogni tanto, tra le varie notizie di propaganda che dipingono un paese irreale, in cui un aumento quasi impercettibile del Pil -peraltro stimato- e una diminuzione lievissima del tasso di disoccupazione attualmente alle stelle -perlopiù legata a fattori stagionali- vengono spacciati per crescita, trapela qualche dato reale sullo stato di salute del Paese. Uno di questi è quello divulgato ieri

Continua a leggere

Teorie sul debito e sull’austerity: tutto da rivedere!

La campagna mediatica per il pareggio di bilancio e la lotta al debito pubblico da parte degli economisti, liberisti prima e neoliberisti oggi, è divenuta così ossessiva e martellante da essere passivamente accettata come verità dall’opinione pubblica. È stata costruita una narrazione unica, supportata e amplificata dai media mainstream, per la quale la crisi economica sarebbe la conseguenza inevitabile dei

Continua a leggere

Come è nato il parametro del 3% del deficit

“Abbiamo stabilito la cifra del 3 per cento in meno di un’ora. È nata su un tavolo, senza alcuna riflessione teorica. Mitterrand aveva bisogno di una regola facile da opporre ai ministri che si presentavano nel suo ufficio a chiedere denaro […]. Avevamo bisogno di qualcosa di semplice. Tre per cento? È un buon numero, un numero storico che fa

Continua a leggere

Site Footer

ILARIA BIFARINI