Blackrock, ancora tu?

Secondo il prestigioso giornale Limes fu proprio l’americana Blackrock a tessere la trama per la caduta del Governo Berlusconi nel 2011. Intanto, con la strategia già conosciuta da Ligresti di tenersi sotto il 5%, sta comprando l’Italia. Gestisce 4,65 mila miliardi di dollari, circa due volte il famigerato debito italiano, ed è il primo Asset Manager globale per volumi gestiti:

Continua a leggere

Svenditalia, addio Belpaese!

L’Italia, a partire da Milano, è divenuta preda delle mire espansionistiche di investitori esteri. Dai fondi sovrani del Golfo Persico ai colossi cinesi, le finanze straniere comprano pezzi da novanta dell’economia italiana.   La legge del mercato ai tempi della crisi economica non fa sconti: chi detiene ricchezza acquista a prezzi stracciati da chi si trova in difficoltà ed è

Continua a leggere

Il grande inganno neoliberista

“Il neoliberismo si presenta come una scienza immanente, una teoria del tutto, con una forza carismatica propria di una religione, o meglio di una setta.”   Partiamo da un acronimo, MPS, ma non per parlare dello sciagurato ed ennesimo fallimento bancario, ma piuttosto del fenomeno complesso che lo ha generato. Mps è l’abbreviazione di Mont Pelerin Society, che prende il

Continua a leggere

Thomas Sankara: l’eroe che pagò con la vita lo smascheramento del debito

Sono passati 30 anni da quando il presidente del Burkina Faso, ribattezzato il “Che Guevara africano”, venne ucciso, secondo la ricostruzione ufficiale dal suo ex collaboratore nonché successore Blaise Campaorè, verosimilmente appoggiato dai francesi e da altre forze internazionali. Thomas Sankara era divenuto un personaggio scomodo, troppo scomodo, per il piano egemonico mondiale messo in atto dai poteri finanziari internazionali

Continua a leggere

Microcredito e migrazioni di massa: la finanziarizzazione della disperazione

È una domanda che tutti, almeno una volta, ci siamo posti: chi finanzia i costosi viaggi della morte che spingono migliaia di disperati su imbarcazioni di fortuna, tra mille peripezie e l’incognita dell’approdo? Molti giornalisti si sono impegnati nella ricostruzione dei calvari degli emigranti per arrivare al porto di partenza, delle condizioni schiavistiche cui sono sottoposti dalla criminalità locale. Ma

Continua a leggere

Lo Stato è il contrario di una famiglia

L’esposizione ripetuta a un’immagine o a un contenuto fa sì che l’individuo modifichi la propria percezione della realtà e interiorizzi il messaggio veicolato. E’ quello che gli psicologi chiamano “effetto priming”, e che pubblicitari ed esperti della comunicazione conoscono molto bene. Quanto più un messaggio viene ripetuto ed enfatizzato, magari attraverso la forma dello spot, tanto più esso risulterà familiare.

Continua a leggere

Site Footer

ILARIA BIFARINI