Blog Posts

Draghi e la fine del quantitative easing

La mia intervista a Lo Speciale del 20/06/2018, L’economista Bifarini vi spiega Draghi, il Qe e l’Euro “destinato a implodere” Draghi, Qe, euro e risparmi. Tutti ingredienti esplosivi da cui dipende il futuro degli italiani (e sicuramente anche del governo gialloverde). Con Ilaria Bifarini, economista e bocconiana “redenta” come ama definirsi, li affrontiamo uno ad uno. Anche autrice di successo

Continua a leggere

Africa: trappola malthusiana e migrazioni di massa

La popolazione africana sta subendo un’esplosione demografica senza precdenti. Se nel 1960 contava meno di 300 milioni di abitanti (285 per l’esattezza) oggi si attesta a circa un miliardo e duecento milioni di persone. Secondo le stime dell’Onu in pochi decenni essa raddoppierà, passando nel 2050 a ben 2 miliardi e 500 milioni di persone.    Secondo la teoria economica

Continua a leggere

La spirale del debito neoliberista ha ucciso l’Africa. Ora l’Europa

Intervista del 27 marzo 2018 | 10:35, Redazione Lo_Speciale (571) Il suo nuovo libro si chiama  “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa”. Ilaria Bifarini stavolta si concentra sullo sviluppo mai raggiunto dal continente africano, dopo averci parlato di “Neoliberismo e manipolazione di massa” nella sua prima opera di successo. L’economista, che si definisce ‘bocconiana redenta’ come da sua bio social, parte

Continua a leggere

Il neocolonialismo cinese in Africa

Con una politica apparentemente innocua ma fortemente competitiva, fatta di prestiti a tassi bassissimi con il fine di conquistare tutti i settori strategici e i ricchi giacimenti di risorse naturali, il Dragone cinese sta occupando l’intero continente africano. Forte di un passato che non presenta la macchia dell’imperialismo coloniale, la Cina può sperimentare e affinare indisturbata in Africa il proprio

Continua a leggere

Il vero pericolo per l’instabilità dei mercati è la Germania

E’ un argomento poco trattato dai media nostrani, più interessati ad alimentare la narrazione infondata che contrappone lo stereotipo del tedesco retto e operoso all’italiano fannullone e corrotto. Eppure il vero pericolo per i mercati internazionali non è l’Italia, ma la “virtuosa” Germania. Dopo Fitch anche l’agenzia di rating Standards & Poors ( S&P) declassa Deutsch Bank da A- BBB+. Il

Continua a leggere

Site Footer

ILARIA BIFARINI